Reviews

Recensioni di "Cassandra e il sole che oscura"

Cassandra e il sole  che oscura

(Rockerilla - Marzo 2009 - Italia)

Il cantato italiano sbava sangue quando tocca il grunge, la scena di Seattle non si deve scomodare. Inutile tentare banali paragoni promozionali, semmai va sottolineata la caparbia a testa bassa, di questa band novarese "neonata" nell'attentare al mix rock-progressive/grunge... Belli quando si disperano, da abbracciare quando si deprimono. L'ennesima scommessa vinta contro il business-main-stream deprecabile. 8/10

(Sound and Vision - Aprile 2009 - Italia)

Con la lucidità della musica e le parole più oscure ed eleganti, i novaresi Eva's Milk in "Cassandra e il sole che oscura" materializzano la sostanza del grunge più magnetico attraverso una vocalità soave e ruvida. Così lì inizio di Rane su Venere è ipnotica e cupa e L.U.C.R.A. ricorda i più noti Verdena, superandoli in attimi di ammorbante eleganza sonora, mentre Nella Siccità smorza i toni ricreando suggestioni alla Cure, tra disperazione e dolcezza, e Boheme spicca per un cantato effettato tra ritmi scatenati. Edera Immobile è un rock mefistofelico in una poesia moderna cantata, mentre Tarita in Morfina è solitaria, silente e noise, dal sapore di bauli nascosti e boschi notturni. Lo Specchio di Tuna profuma di ballata post-moderna splendida, e la successiva Ricordo, è incessante e brutalmente Rock. Poi Milkshake, un rock ultramoderno e orecchiabile, e Sequoia, mite, sospirata, e dolorosa. L' album si chiude ad hoc con un innominato brano di noise post-rock, tra urla strazianti e disperazione sonora sublimate dal finale rintocco di un semiguasto carillion antico. Geniale! Esaltante. Voto: 8,5

(Nastro Music Webzine - Italia)

Se gli eva's milk vogliono portare l'ascoltatore su di un altro pianeta, beh, con la prima canzone dell'album "Cassandra e il sole che oscura" ci sono riusciti. Energici, a volte delicati e dalle vene piene di disperazione, sembra di "ascoltare un libro di Baudelaire...

(LaStampa.it - Italia)

Come il migliore latte che si rispetti, gli Eva's sono qualcosa di fresco, di nuovo..E' il bello è proprio questo: scoprirsi stupiti nel ritrovare, in un genere hard qualcosa di nuovo e originale.. Una dozzina di brani concreti, diversi ma con un filo conduttore musicale ben definito, che trasformano l'album in un lavoro compatto davvero convincente: se vi aspettate il solito polpettone di musica dura e grida inutili, beh avete decisamente sbagliato disco..

(Extra Music Magazine - Italia)

Un album eccellente, un talento inconfondibile e grandioso. Assolutamente da seguire, impossibili da non amare. La lucidità della musica che veicola le parole più oscure ed eleganti. Ecco in sintesi questo magnifico album dei novaresi Eva’s Milk, che con questo immaginifico “Cassandra E Il Sole Che Oscura” riescono a sintetizzare la sostanza del grunge più magnetico attraverso una vocalità trionfante per soavità e ruvidità al contempo, e con quei momenti di magnetismo post-rock a fare da cornice.

(Impatto sonoro - Italia)

...Il richiamo alla scena di Seattle è sempre presente nella costruzione delle canzoni ed in alcuni frangenti sembra proprio di percepire tutta l’indole e l’energia distruttiva dei Nirvana vecchio stile (L.U.C.R.A., Milkshake e Boheme su tutte), ma sarebbe un errore fermarsi ad etichettare gli Eva’s Milk come uno dei tanti gruppi che suonano “grunge”.

(Rockambula- Italia)

..."Cassandra e il sole che oscura" è il risultato che premia questi ragazzi dal cuore indie. E' piacevole caricarsi di energia vitale e spaccarsi i timpani con questo disco, godo fino in fondo...

(The Ship Magazine- Italia)

..."Cassandra e il sole che oscura" mantiene alta l’attenzione dall’inizio alla fine e questo è senza dubbio alcuno un ottimo pregio che conferisce all’album una certa importanza...

(KeepOn - Italia)

Attenzione! C'è un carico di latte acido proveniente dall'Italia! Un mix oscuro che i nostri pastorizzano con personalità e passione. Fatevi avanti Fans e ascoltatori. Il loro retrogusto Nirvaniano vi asciugherà la gola!

(Canedo Rock - Spain)

...This musician's trio keep you into a world of desperation, angst and rebellion... From what can best describe his single "L.u.c.r.a.", which mixes with wisdom and genius Cobain's anger and Maynar's Expressivity.. Curioso, muy curioso...

(THE NOT DEAD ROCK ZINE - Spain)

...It shows us the clearness of the ideas which Eva's Milk had when they have to compose their music... Highlighting the huge capacity of the entire recording, which has a huge merit is treated as a disc totally selfproduced... Songs of good made which show a new face of the band and which expand the variety and the versatility of this italian trio...

(IN CIRCLES - Spain)

The rude and sweaty hard rock suits to ideally to Eva's Milk's debute album "Cassandra e il sole che oscura". It's an album blunt rithm based, filled with distorted, hypnotic and recurrend guitar showers. ...Introspective songs and at the same time full of "bad milk".

(RockTimes - Germany)

Recorded and played so delicately,brings something alternative combining emotional sounds and melancholy throughout their supreme refinement...

(Bright Eyes - Germany)

... you feel surrounded by the humid vapors of clouds and you are invited to these sentimental imns' joy puddles. Absolutely ok what's offered by these 3 prodigy guys . This Masterpiece > deserves 9/10!

(Kronics - France)

...It could be thought that in this case, the barrier of the original language could be an obstacle for the total appreciation of this first Eva's Milk work, but curiously you wouldn't feel lost not even for a moment.... "Cassandra e il sole che oscura" will not nobody indifferent...

(Rock In Chains - Chile)

...Cassandra e il sole che oscura is a great debut! It's an album which plays with the uncontrolled sadness of Grunge and austere and elegant sadness of the english tradition...

(Mundo Rock - Colombia)

..."Cassandra e il sole che oscura" is composed by 12 tracks which mix different influences which go from progressive rock to post- grunge and where the band plays with power and solidity...