Reviews

Recensioni di "Eva's Milk"

Rockerilla

Un monumento al nostro rock alternativo. Una certezza, anzi una roccia nel nostro futuro

Buscadero

Quando ci si evolve senza snaturare la propria essenza è un gran bel colpo e gli Eva's Milk ci sono riusciti alla grandissima.

Audiofollia

Un disco su cui non ho nulla da obiettare e che gira incessantemente sul mio stereo da giorni; una volta provato,è come una droga-difficile smettere di assaporarlo!

Musictraks

La band piace quando alza i giri ma anche quando rallenta in maniera conscia

Jesusmile

Questo nuovo album dimostra che gli Eva's milk continuano nell'impresa...Si annusa dello stoner grunge nell'aria, riecheggia l'hard-rock granitico dei Melvins, momenti calmi alla Wilco e parentesi lo-fi (Pavement in primis).

Rockit

Quaranta minuti di durata e che alternano un gradevole punk'n'roll a colate laviche di riff che sembrano usciti dai peggiori incubi di Buzz Osborne (Melvins).

Boxmusica

Gli Eva's Milk spaccano con il nuovo album!

Rockgarage

Suoni grezzi in una confezione giovane che lasciano anche spazio ad un rock meno energico, più alternative in cui ci si rivolge ad un pubblico diverso, affascinando anche chi è neofita del rock

Indiece1974

Gli Eva's Milk illustrano una nuova modalità di vita nel mainstream: senza appartenere al passato ma nemmeno al futuro Andrea Zanolli, Paolo Contribunale e Lorenzo Stangalini abbracciano incondizionatamente il presente restituendo ossigeno a una musica soffocata dai numeri e dai rigidi schemi catodici.

Radiocoop

Lavoro ben suonato e convincente.

Musicclub

Un disco nuovo rispetto al precedente 'Zorn', con delle sonorità più ampie e cambi repentini di atmosfere come è la natura dell'uomo in fondo, dove al centro delle liriche rimangono sempre gli ultimi, gli operai, i senza Dio, gli illusi, gli scontenti, i senza futuro. Tutti noi.